Category Archives: come

Jay Clayton, presidente della SEC, ha rivelato la forza trainante dietro il BTC Rally

Jay Clayton è l’attuale presidente della SEC, ma è destinato a dimettersi da tale posizione entro la fine del 2020. Clayton stesso aveva visto nove Bitcoin ETF essere respinti nel corso del suo mandato, registrando con la CNBC le inefficienze dell’attuale sistema di pagamento che hanno fatto aumentare la popolarità di Bitcoin.

Paura del rischio per gli investitori alle prime armi

Ieri, Clayton ha fatto un’apparizione sulla Squawk Box della CNBC. Lì, ha evidenziato la valutazione generale della Bitcoin da parte della sua Agenzia: La SEC non vede il Bitcoin come una sicurezza. Al contrario, il regolatore lo vede come un deposito di valore e un meccanismo di pagamento.

Come si potrebbe immaginare, con la percezione molto negativa che la SEC ha della crittografia, il Presidente stesso ha visto alcune critiche molto ampie da parte della comunità dei crittografi.

Mentre la SEC ha tenuto le valute crittografiche al guinzaglio durante il periodo di presidenza di Clayton, Clayton stesso non è mai stato esplicitamente contro le valute crittografiche, in particolare Bitcoin. Invece, l’uomo aveva paura quando si trattava di rischi che gli ETF Bitcoin assoggettavano agli investitori medi quando vi partecipavano.

La SEC non è nemmeno lontanamente entusiasta di Crypto

Questo rischio percepito è dovuto principalmente al fatto che la SEC ritiene che alcuni scambi di Bitcoin siano in gran parte non regolamentati. Di conseguenza, il prezzo del Bitcoin potrebbe essere facilmente manipolato all’interno di queste borse, danneggiando gli investitori in tutta la borsa.

Visto che Clayton si sta dimettendo dalla presidenza della SEC, alcune voci all’interno della comunità dei Bitcoin nutrono la speranza che un ETF Bitcoin possa essere approvato in futuro.

Clayton stesso ha commentato la questione, affermando che il Bitcoin vedrà una crescita continua man mano che le normative che lo circondano si evolveranno per adeguarsi ad esso.

Clayton ha spiegato che sia i meccanismi di pagamento internazionali che quelli nazionali utilizzati dagli Stati Uniti contengono inefficienze, il che porta ad un aumento dell’uso del Bitcoin come alternativa. Clayton si aspetta che questo aumento non possa che continuare, con il mercato che sta maturando con l’aumento delle normative relative ai pagamenti digitali.

Bitcoin non sotto la giurisdizione della SEC

Clayton stesso è stato il primo membro del SSEC ad iniziare ad emettere avvertimenti sugli investimenti dell’ICO e sulle sue numerose insidie, facendo così durante la grande follia dell’ICO del 2017. Clayton ha avvertito il pubblico che questi prodotti erano tipicamente visti come offerte di titoli. In quanto tali, devono essere soggetti anche alle normative che li accompagnano.

Alla luce di ciò, Clayton ha spiegato che il Bitcoin non era visto come un vero e proprio titolo, in quanto il bene serviva più che altro come un deposito di valore e un meccanismo di pagamento. La semplice differenza è il modo in cui questi cripto-asset vengono utilizzati.

La SEC regola i titoli, e quando il cripto è usato come titoli per raccogliere capitale di rischio, la SEC deve regolarlo. Durante la mania dell’ICO, pochissimi si sono effettivamente preoccupati di registrare i loro titoli pubblici presso la SEC, causando un sacco di pushback da parte del regolatore.